Forest Summer School - Ampezzo

Published by Giant Trees Foundation 28 July 2019
Article
placehold

Una settimana intensa

tra alberi abbattuti, radici divelte, ceppaie in bilico sul versante sopra il sentiero

ragazzi volonterosi di imparare e aiutare. Una settimana incredibile. Non avrei mai immaginato. Esperti che arrivano ogni sera facendosi centinaia di chilometri per raccontare del bosco, dei mutamenti climatici, della tempesta Vaia, di come ricostruire un sentiero e il suo bosco e poi si fermano a cenare con noi e a continuare in un clima affettuoso a raccontare della loro vita e delle loro esperienze. Tanti quelli che ci hanno sostenuto, economicamente o anche semplicemente col loro apporto volontario. 

placehold

Ragazzi che arrivano alla sera stanchi

di lavorare e imparare, ma con ancora tanta voglia di cantare,

di lavorare e imparare, ma con ancora tanta voglia di cantare, sotto il cielo stellato, fino a quando Stefano, il gestore del rifugio Tita Piaz non ci manda a dormire. Ragazzi che con picconi, pale, motoseghe, cippatrici , verricelli, lavorano senza sosta, scherzando ma stando centrati sul loro lavoro, senza farsi male, attenti alla sicurezza. Orgogliosi di ciò che stanno facendo, anche sotto la pioggia. Una esperienza che ti riempie il cuore. Come riempiono il cuore il cielo terso o pieno di pioggia, i monti che ci circondano e le foreste, che seppur devastate ancora ci danno il senso del nostro faticare. Il Sindaco di Ampezzo, Michele, che viene a visionare i lavori, gli studenti dell’università di Trieste che col Prof. Pierluigi Nimis si interessano del nostro lavoro, in una sorta di gemellaggio tra fare e studiare.


placehold

Una settimana faticosa ma entusiasmante.

Un risultato che mai avremmo sperato.

 Un inizio bellissimo di un lungo percorso. I boschi hanno bisogno di noi, del nostro lavoro e della nostra attenzione, ora più che mai. Ora che la fase di emergenza è passata e che è il tempo del lavoro silenzioso è arrivato, ora più che mai i nostri boschi hanno bisogno di sentire il nostro affetto e la nostra attenzione. La Forest Summer School di Giant Trees Foundation onlus è solo un piccolo gesto, ma come per Amstrong, 50 anni fa, pensiamo che sarebbe un grande passo per l’umanità cominciare ad avere adeguata cura di coloro che ci sostengono fin dall’inizio del mondo: gli alberi, questi sconosciuti, che non sono alieni, ma abitanti del nostro mondo con dignità pari alla nostra.