Forest Summer School

Pubblicato da Giant Trees Foundation il
Progetti internazionali

Finalmente iniziano i lavori del progetto “Fai nascere un bosco Nuovo” con le Forest Summer School

fase preliminare: sgombero tronchi caduti e loro utilizzo in sito

placehold

In seguito alla devastazione della tempesta Vaia di fine ottobre 2018

che ha colpito tutto il Nord Italia devastando le foreste centenarie delle Alpi, la Giant Trees Foundation onlus, col suo progetto “Fai nascere un bosco nuovo” ha ideato una serie di iniziative per ricostruire alcuni boschi a scopi sperimentali, didattici e divulgativi, in maniera da avvicinare alla conoscenza della foresta, alle problematiche della sua gestione e all’importanza della sua conservazione in questo momento di cambiamenti climatici globali, studenti, tecnici, appassionati e persone comuni.

In quest’ottica si inseriscono una serie di Forest Summer Schools innovative rivolte agli istituti agrari (tecnici o professionali) nazionali ed esteri, che permettano ai ragazzi di acquisire conoscenze, esperienza, manualità e informazioni preziose per il loro futuro professionale nel settore della gestione forestale.

La Forest Summer School si rivolge a studenti maggiorenni del 4° e 5° anno di istituti tecnici o professionali agrari nazionali ed europei, ma anche a neodiplomati e studenti universitari

Modalità di partecipazione:

Gli studenti che intendono partecipare dovranno inviare il loro curriculum studiorum, con elencate le loro abilità principali e acquisite, ed eventuali patentini in possesso (corso uso motosega, etc) preferibilmente con allegata una presentazione di un professore di riferimento dell’Istituto di appartenenza (con suoi recapiti per eventuali comunicazioni).

Gli studenti saranno selezionati dai responsabili del corso in base alla provenienza, in maniera da facilitare i rapporti tra diversi istituti scolastici e tra diversi percorsi di studio, coinvolgendo più realtà didattiche possibili.

Il numero massimo di studenti per ogni sessione è pari a 20 allievi.

Ogni 4 allievi è previsto un tutor specifico che seguirà gli studenti durante tutti i lavori in bosco. Ogni squadra eseguirà tutti i lavori previsti a rotazione. Di norma potranno partecipare 3 studenti per singolo istituto.

Il corso avrà durata di una settimana da domenica sera a domenica sera, e sarà comprensivo di vitto, alloggio, tutta l’attrezzatura necessaria (ad esclusione dei DPI) ed eventuali spostamenti, se previsti.

• Prima sessione dal 21 al 28 Luglio 2019 Passo del Pura - Ampezzo (Friuli Venezia Giulia)

• Seconda sessione dall’05 al 11 agosto 2019 Bosco del Laghetto – Sappada (Friuli Venezia Giulia)

Altre sessioni da settembre in poi in date da definirsi.

Argomenti trattati in foresta durante il giorno:

  • utilizzo attrezzatura e DPI,
  • predisposizione del legname a KM zero per costruzione di opere in sito,
  • utilizzo sega a banco mobile,
  • realizzazione tabelloni didattici in legno,
  • ricostruzione dei sentieri,
  • realizzazione di piccole opere di ingegneria naturalistica,
  • cippatura del materiale di risulta e suo utilizzo.

Lezioni in aula:

  • Domenica 21 – ore 17.00
    Introduzione: gli alberi - la foresta – l’uomo – ecosistema complesso
    dott. Agronomo Andrea Maro
    è presidente Giant Trees Foundation e tecnico specialista Alberi Monumentali Regione FVG

  • Lunedì 22: Ricostruire i boschi
    dott. Forestale Erika Andenna
    Vicedirettore Consorzio Boschi Carnici

  • Martedì 23: Il progetto di ricostruzione del percorso didattico passo del Pura
    dott. Forestale Marco Clama
    libero professionista

  • Mercoledì 24: lavoro in bosco, rischi e nuove opportunità
    Agrotecnico Volpi Roberto
    – F.A.T.A.

  • Giovedì 25: opere di ingegneria naturalistica
    Agrotecnico Antonio Morini
    – Vertical Green

  • Venerdì 26: specie esotiche e a lento accrescimento nei nostri boschi?
    Prof. Giorgio Alberti
    – Università di Udine

  • Sabato 27: Il cambiamento climatico e i boschi: Turismo e nuove sfide
    Prof. Alessandro Peressotti
    – Università di Udine

  • Domenica 28: legno pregiato da opera: come ottenerlo, come usarlo
    Perito del legno Gianni Cantarutti
    - Lignamundi

Durante la settimana ci sarà anche la possibilità per gli studenti di vedere la nascita di una scultura in legno direttamente in sito. L’opera sarà realizzata da un maestro d’ascia e di scultura con il quale gli studenti avranno la possibilità di interagire.

placehold

Orario giornaliero:

  • 07.00 colazione
  • 08.00 briefing
  • 09.00-12.00 lavoro in bosco
  • 12.00-14.00 pausa pranzo
  • 14.00-17.00 lavoro in bosco
  • 18.00 debriefing
  • 18.30-20.30 lezione
  • 20.30 cena 

L'iscrizione ai corsi sarà totalmente gratuita grazie ai contributi e alle borse di studio di Fondazione Friuli, dei Comuni coinvolti e di Stihl Italia


placehold

Con la COLLABORAZIONE di:


placehold


placehold


placehold


placehold


Con la COLLABORAZIONE dei:

Comuni di Ampezzo, Sappada e Moggio Udinese

placehold

Con il PATROCINIO di: